Riconoscere e affrontare la crisi

25 novembre 2011 di fabio pizzul

La Regione si muova per non abbandonare i lavoratori della ex Nokia Siemens. Per questo una delegazione di consiglieri del Pd (guarda il video) stamattina è arrivata sulla Strada Padania superiore, fermata Cassina de’ Pecchi, al presidio costruito dagli operai che hanno fatto fronte comune contro il licenziamento.

Le lettere arriveranno il 13 dicembre, per questo uno striscione accoglie i visitatori con la scritta “Nokia mandante. Jabil killer” e poi si aprirà per loro il baratro della mobilità e della disoccupazione. I lavoratori non vogliono lasciare l’area per nessun motivo.


Il Pd propone  due strade.

Una è quella di far sì che l’azienda richieda alla Regione di essere affiancata nel rilancio dello sviluppo dell’impresa con il nuovo strumento RAID. L’ altra, ben più incisiva, che il Pd ha già chiesto alla Giunta facendo approvare un ordine del giorno in Consiglio regionale, è la strada della richiesta di attestazione di “Area di crisi complessa”. Tutto il territorio che va da Vimercate a Cassina de’ Pecchi, dove ci sono diverse aziende in crisi, specie nel settore dell’hi tech, potrebbe ottenere questo riconoscimento dal Governo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *