Lo sciopero della Lega

4 luglio 2011 di fabio pizzul

Singolare iniziativa della Lega in regione.
I lumbard hanno scioperato non partecipando ai lavori delle commissioni previste per lunedì 4 luglio in segno di protesta contro il capogruppo Pdl Paolo Valentini che, dopo l’affossamento in aula della legge sui parchi, li aveva bollati con l’epiteto di “inaffidabili”.
I leghisti hanno garantito il numero legale nelle sedute in cui si presentava l’assestamento di bilancio, ma dopo pochi minuti si sono dileguati.
Le commissioni sono andate avanti nonostante la pesante assenza.
Come andrà avanti la maggioranza regionale?
Gli attriti sono ormai evidenti. Fin qui, salvo piccoli incidenti di percorso, Lega e Pdl sono sempre stati compatti alla prova del voto. Credo che il passaggio di fine luglio sul bilancio di assestamento non offrirà grosse sorprese, ma dopo la pausa estiva tornano in agguato la caccia in deroga e i parchi, materie su cui negli scorsi mesi ne abbiamo viste davvero di tutti i colori.
Che cosa dice Formigoni di quanto sta accadendo?
Il celeste non pare preoccupato, ma il combinato disposto tra situazione nazionale e beghe locali potrebbe prima o poi esplodergli in mano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *