Mozione sulle scuole paritarie

23 giugno 2011 di fabio pizzul

Come già scrivevo nel post di lunedì, le scuole paritarie sono in grande difficoltà. Per questo motivo io, Sara Valmaggi e altri consiglieri abbiamo presentato una mozione (leggi il testo) che chiede al presidente Formigoni di concordare con la Stato Nazionale maggiori risorse e di dare concretezza, nel prossimo assestamento di bilancio, all’impegno preso di erogare i fondi regionali spettanti alle scuole dell’infanzia. Non è la prima volta che noi dell’oppozione sollecitiamo la Giunta su questo tema: evidentemente, al di là degli slogan e delle trovate propagandistiche, i più attenti al mondo della scuola – paritarie dell’infanzia comprese –  non sono né nel Pdl né nella Lega Nord.

3 commenti su “Mozione sulle scuole paritarie

  1. Marco

    Ma chi ha inventato il Buono Scuola?
    Chi ha inventato la Dote Scuola?
    Il PD?
    Oppure il Presidente Formigoni?

    Caro Pizzul lei è una delle poche voci del PD fuori dal coro: tutto il resto del suo partito non vede l’ora di abolire questi “privilegi da ricchi”!!
    Lei è attento alle scuole paritarie, ma questa è la sua posizione, non la linea del suo partito che se fosse andato al governo della Regione avrebbe immediatamente tolto la Dote Scuola, anche con la sua (eventuale) disapprovazione.
    Perchè critica chi ha messo in opera il Buono Scuola da più di 10 anni e non scrive una parola sugli esponenti del suo partito che si espongono contro le paritarie?

    Replica
  2. gio

    Rileggo solo ora questa sua frase:
    “al di là degli slogan e delle trovate propagandistiche, i più attenti al mondo della scuola – paritarie dell’infanzia comprese – non sono né nel Pdl né nella Lega Nord.”

    Signor Pizzul, evidentemente le sfugge qualcosa…
    Veramente, è imbarazzante leggere questa sua dichiarazione, visto quello che sta combinando Pisapia a Milano concedendo fondi minimi alle materne paritarie (Giorgio dice 68€ a bambino).
    Spero che abbia la dignità di scusarsi, perchè quella di Pisapia non è uno slogan: è un’iniziativa concreta e molto forte contro le scuole dell’infanzia cattoliche.

    Io l’ho sempre stimata, ma mi dà veramente fastidio che lei non abbia mai preso posizione davanti a iniziative aberranti di esponenti del suo partito.
    Comincio davvero a dubitare del suo lavoro, mi sembra che sia uguale a tutti gli altri (di destra e sinistra) che seguono le direttive di partito senza colpo ferire.
    Se no come spiega nessun suo intervento pubblico su quello che Pisapia sta facendo a Milano

    Replica
  3. Valerio

    Fabio, Rileggo solo ora questa tua frase:
    “al di là degli slogan e delle trovate propagandistiche, i più attenti al mondo della scuola – paritarie dell’infanzia comprese – non sono né nel Pdl né nella Lega Nord.”

    Fabio, evidentemente ti sfugge qualcosa…
    Veramente, è imbarazzante leggere questa tua dichiarazione, visto quello che sta combinando Pisapia a Milano concedendo fondi minimi alle materne paritarie (da quanto afferma giorgio sembra 68€ a bambino).
    Spero che tu abbia la dignità di scusarti, perchè quella di Pisapia non è uno slogan: è un’iniziativa concreta e molto forte contro le scuole dell’infanzia cattoliche.

    Io ti ho sempre stimato, ma mi dà veramente fastidio che non hai mai preso posizione davanti a iniziative aberranti di esponenti del tuo partito.
    Comincio davvero a dubitare del tuo lavoro, mi sembra che sia uguale a tutti gli altri (di destra e sinistra) che seguono le direttive di partito senza colpo ferire.
    Se no come spieghi nessun tuo intervento pubblico su quello che Pisapia sta facendo a Milano??

    Sono a dir poco allibito…
    Fino a che punto si può vedere solo la parte di realtà che ci interessa (vale anche per molti politici di destra)?
    Ma questo è far politica per il bene comune???

    Valerio

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *