Malumori a destra… e non per il voto

17 maggio 2011 di fabio pizzul

Due direttori generali di ASL lombarde (a Gallarate e a Sondrio) partecipano direttamente ad attività di campagna elettorale.
Partono due siluri incrociati dalla Lega e dal Pdl alla volta rispettivamente del dirigente valtellinese (in quota pidiellina) e della dirigente gallaratese (in quota leghista). In aula si respira tensione per una possibile spaccatura della maggioranza.
Il pranzo porta però consiglio al consiglio.
Risultato: finisce a tarallucci e vino con l’unificazione delle due mozioni in un testo che raccomanda la censura scritta ai due dirigenti e raccomanda di inserire in futuro nei contratti dei manager una clausola che vieti attività di campagna elettorale.
Tanto tuonò che… non cadde neppure una piccola goccia d’acqua.
I colpi bassi tra Lega e Pdl continuano, ma in aula il voto è sempre compatto.
Fino a quando durerà?

P.S.
In realtà oggi la Lega si è trovata isolata su un ordine del giorno da me presentato riguardo la legge sulle confraternite eno-gastronomiche nel quale chiedevo che la Giunta si impegnasse non solo a sostenere le confraternite, ma tutti i soggetti che sul territorio si impegnano nella promozione dei piatti tradizionali e dei prodotti tipici della terra lombarda. Niente di che, ma vedere la Lega isolata e andare sotto in un voto in aula fa sempre un certo effetto.

Guarda il video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *