Tutti insieme per una nuova città

11 maggio 2011 di fabio pizzul

Bella sorpresa ieri sera a Milano. La piazza antistante la Stazione Centrale è stata letteralmente invasa da una giovane, colorata e festosa folla che ha partecipato all’incontro al concerto conclusivo della campagna elettorale per Giuliano Pisapia sindaco. Fuori di dubbio che molti giovani fossero lì solo per ascoltare i propri beniamini, visto che sul palco si sono alternati gruppi più o meno affermati, dai Ministri agli Afterhours ai Subsonica, ma facendomi largo tra la folla ho respirato anche una voglia di riappropriarsi della città e delle sue piazze. Tanta birra, molto fumo (presumo di vario genere), ma anche tanta voglia di incontrarsi e di stare assieme per condividere l’ipotesi di cambiare la città. Qualcuno potrà obiettare che in piazza c’erano i soliti alternativi della sinistra, capaci solo di protestare e di creare problemi alla città imbrattando e magari anche lasciandosi andare ad atti vandalici. Rispondo raccontandovi un’immagine: un vigile (pure graduato) che stazionava in mezzo alla folla più incuriosito che preoccupato, senza avere granché di cui preoccuparsi, se non che un camioncino dell’AMSA che stava svuotando (chissà poi perché proprio nel bel mezzo della manifestazione) i cestini riuscisse a farsi largo tra la gente. Al di là di qualche intervento un po’ enfatico dal palco e della coppia Pisapia Boeri nell’improbabile ruolo di dj, una serata bella e festosa che mi pare di buon auspicio per una città che immagino meno chiusa, meno astiosa e più capace di creare occasioni di incontro e relazione.

P.S.

Mentre arrivavo in piazza Duca D’Aosta ho incrociato un collega del Pdl che un po’ svogliato si stava recando per dovere di partito alla festa di chiusura della campagna elettorale di Lassini (complimenti per la coerenza!) in locale alla moda. Mi sembra una bella metafora per spiegare il diverso approccio di campagna elettorale e la diversa visione della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *