Trezzo: il tempo sgocciola

15 dicembre 2010 di fabio pizzul
Foto: Marco Chiappa

Inceneritore di Trezzo

Tante parole e ancora nessuna soluzione chiara per evitare il raddoppio dell’inceneritore di Trezzo. Per questo i cittadini, guidati da associazioni, partiti e sindaci locali sono scesi in piazza numerosi (guarda il video). Il territorio è un esempio virtuoso di raccolta differenziata e già ospita un numero di discariche e inceneritori rilevante, a servizio di tutto il territorio della provincia di Milano. Per questo a parole tutti dicono che nessun raddoppio sarebbe necessario se Milano si dotasse di un nuovo inceneritore e migliorasse la raccolta differenziata. Nei fatti però, le forze della maggioranza hanno sin qui mantenuto una posizione altalenante: sul territorio decisamente contro il raddoppio, mentre assolutamente inconcludenti nelle sede istituzionali preposte a prendere le decisioni. Nel frattempo, il temporeggiare di Regione e Provincia, sta favorendo il proseguo dell’iter di richiesta della società titolare dell’impianto per l’avvio del raddoppio dell’inceneritore. E’ tempo per ciascuno di assumersi le proprie responsabilità.

Un commento su “Trezzo: il tempo sgocciola

  1. Luca

    Vorrei ringraziarLa per aver dimostrato interesse partecipativo alla questione inceneritore. La verità è che nelle nostre zone (io abito a Cornate d’Adda) non se ne parla. Il nostro comune (per esempio) non informa e i comitati dei cittadini Trezzesi non riescono a sensibilizzare la nostra parte del territorio. Penso anche perchè in queste zone il Pdl e la Lega hanno percentuali bulgare ! Quindi l’impressione è che a parte i pochi che si interessano di politica e di territorio, il resto della popolazione non ne sappia nulla e, soprattutto, consideri l’inceneritore un non-problema. Quando cerco di parlarne con i miei concittadini è una tragedia. Pensano solo che esistano i PM10. Delle micro e nano particelle non ne conoscono l’esistenza e mi danno, ovviamente, del comunista !!
    Lo dico col sorriso, ovviamente.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *