Tregua sull’acqua in attesa di notizie romane

30 novembre 2010 di fabio pizzul

La maratona oratoria della minoranza ha prodotto un effetto. Il Consiglio Regionale ha deciso di rinviare al 23 dicembre la discussione sul progetto di legge 57 riguardante il cosiddetto servizio idrico integrato, ovvero la gestione dell’acqua in Lombardia. Un rinvio che permetterà di capire le intenzioni del Governo: c’è la possibilità che la cancellazione degli Aato (gli attuali soggetti gestori dell’acqua sul territorio) venga rinviata di qualche mese, in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale e dei referendum. Questo garantirebbe la possibilità di evitare la creazione di nuovi enti gestori (affidati alle province) che potrebbero essere messi in discussione dai pronunciamenti che citavo poco fa. Il rinvio, chiesto e ottenuto dal PD e dalle altre forze di minoranza, non cambia il giudizio negativo sulla proposta di legge della Giunta, ma garantisce, se non altro, la possibilità di evitare un’inutile confusione che potrebbe colpire gli enti locali nella gestione di una risorsa preziosa come l’acqua. Tutto rimandato al 23 dicembre, dunque, in attesa di notizie dal Governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *