Quanto è difficile essere indipendenti

2 novembre 2010 di fabio pizzul

Le istituzioni comunicano e in questo non c’è nulla di male. E’ più che legittimo che una giunta regionale acquisti spazi sulla stampa o in Tv per promuovere le proprie iniziative. Per le emittenti locali e la stampa, soprattutto in un periodo come questo, introiti di questo tipo sono una vera e propria manna dal cielo. Vorrei però riflettere con voi sulle possibili conseguenze di uno scenario come quello appena descritto.
Poniamo il caso che una giunta regionale investa 350mila euro per una campagna promozionale sul turismo e la mobilità sostenibile sugli strumenti di un noto gruppo editoriale proprietario di quotidiani e periodici. Volete che gli strumenti del gruppo editoriale non abbiano poi un occhio di riguardo nei confronti delle iniziative politiche della suddetta giunta?
La mia non è un’esercitazione accademica: in una delle ultime giunte regionali della Lombardia è stata stanziata esattamente quella cifra a favore del gruppo RCS. Spero che Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport (per quanto di sua competenza) mantengano con forza la propria indipendenza.

P.S.
Nella stessa riunione di giunta, è stato deliberato un contributo da 60mila euro per il settimanale “Tempi” che produrrà e allegherà a uno dei suoi prossimi numeri un opuscolo sul turismo lombardo. Le “buone” abitudini vanno mantenute!  Vedi “Tempi duri”.

Un commento su “Quanto è difficile essere indipendenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *