UN SOGNO CON LE GAMBE

26 settembre 2010 di fabio pizzul

 Ancora da Milano Marittima.

BINDI
Il PD è impegnato nel tentativo di dire al Paese che lo capisce, che gli vuole bene e che sta tentando di tirarlo fuori dalla situazione in cui si trova. Siamo governati da una minoranza, che ogni giorno perde dei pezzi. Come può riuscire il PD a riorganizzare la maggioranza dei cittadini che non sostiene l’attuale maggioranza. Non vogliamo allearci con questo o con quello, vogliamo allearci con gli italiani.  Abbiamo un dovere di interlocuzione con tutti quelli che vogliono cambiare questa situazione.

BERSANI
Siamo di fronte a un conflitto insanabile e a una rottura nella prospettiva futura del centro destra. Non possiamo far pagare al Paese una situazione di questo tipo. Il compito del PD è organizzare il campo per mandare a casa il centro destra: non c’è altra via per crescere. Mettere in contrapposizione la missione di crescere del PD e l’organizzazione del campo è un non senso. Questo nulla toglie alla necessità di un PD forte e capace di scelte chiare per alleanze che non ci facciano tornare a situazioni passate. Dobbiamo ancora fare i conti con la botta che abbiamo preso quando l’Unione è venuta meno alle sue promesse. Con la Federazione della Sinistra si può lavorare sull’impegno per la democrazia, sul piano del governo abbiamo già dato. Qual è il messaggio fondamentale che dobbiamo dare? Serve un sogno con le gambe. Il sogno: l’Italia è meglio di quello che è. Le gambe: non possiamo raccontare favole, tutti devono dare il loro contributo. In Italia a tutti piacciono le riforme, finché non succedono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *