SOLDI ALLO SPORT… CON CRITERIO

27 agosto 2010 di fabio pizzul

La Giunta regionale ha approvato a inizio agosto un documento in cui vengono definiti i criteri da seguire per finanziare attività e manifestazioni sportive sul territorio lombardo.
Il documento è condivisibile, perché evidenzia criteri oggettivi attraverso i quali procedere all’assegnazione dei fondi regionali. La preferenza per attività che abbiano uno sfondo sociale ed educativo che compare a più riprese nel testo mi sembra incoraggiante.
Restano ampi margini discrezionali per l’assegnazione, ma il fatto di aver messo nero su bianco le attenzioni con cui procedere alla selezione mi pare un segnale incoraggiante.
Attendiamo ora l’assessorato alla prova dei fatti, visto che negli ultimi anni la regione si è distinta per una gestione del capitolo sport piuttosto disinvolta e per nulla rispettosa di quanto previsto dalla legge regionale del 2002 che prevedeva vari organismi di consultazione e coinvolgimento anche per lo sport di base.
Sull’intera vicenda aleggia però una domanda inquietante: fin qui chi e come decideva i contributi da assegnare in campo sportivo?
L’attuale assessore Monica Rizzi potrebbe rispondere: chiedete al mio predecessore Piergianni Prosperini.
La risposta, personalmente, non mi rassicura affatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *