GENITORI DA SOSTENERE

14 giugno 2010 di fabio pizzul

Come scrivevo in un post precedente, ho incontrato a Gessate (MI) i genitori che, costituiti in comitato, hanno occupato l’aula consiliare per segnalare il loro disagio di fronte alla notizia che i loro figli non potranno vedersi garantito il diritto di frequentare la scuola materna.
Nonostante il comune di Gessate abbia investito 1 milione e 200 mila Euro per costruire la struttura che dovrebbe ospitare le classi della materna, dal Ministero e dalla Direzione Scolastica Regionale, fino ad ora, è giunto un secco no alla richiesta di avere il personale necessario ad attivarle.
Il direttore regionale Colosio ha annunciato nei giorni scorsi l’arrivo di 150 nuovi insegnanti per le materne in Regione, ma difficilmente questo significherà l’apertura di molte nuove classi. La realtà parla di una copertura di classi già esistenti e, comunque, per attivare una nuova sezione è necessario avere due risorse e i conti dunque sono presto fatti.
La situazione di Gessate, purtroppo, non è isolata.
Proprio in questi giorni è in corso una ricognizione delle liste di attesa a livello regionale, ma in molte realtà, con le risorse attuali, non sarà possibile soddisfare tutte le richieste.
Tornando a Gessate, la protesta dei genitori è sacrosanta: provate voi a mettervi nei panni di chi vede sfumare per un proprio figlio una fondamentale opportunità formativa  e si trovano, per di più, nelle condizioni di doverne garantire la cura durante l’orario lavorativo.
Si parla tanto di diritti, ma poi si cade sulla impossibilità di garantire ciò che dovrebbe essere assolutamente scontato.
E’ vero che mancano le risorse e che tutti devono fare dei sacrifici, ma tagliare proprio sul tema dell’educazione e dell’istruzione mi pare una scelta miope e ingiusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *