FATECI LAVORARE!

3 giugno 2010 di fabio pizzul

A quanto pare neppure martedì prossimo sarà convocato il Consiglio Regionale.
Passi (si fa per dire!) la mancata convocazione di questa settimana a causa del “ponte” del 2 giugno.
Ma che per ben due settimane di fila il consiglio non si ritrovi e proprio nella fase iniziale della sua attività mi sembra francamente incomprensibile.
E meno male che il presidente Boni ha dichiarato solennemente di voler sostenere a spada tratta la soggettività e il protagonismo del Consiglio Regionale!
L’ufficio di presidenza e i capigruppo martedì saranno a Malpensa per organizzare il consiglio straordinario che si terrà proprio lì entro fine giugno, ma non mi sembra una giustificazione sufficiente: a Malpensa potevano andarci un altro giorno, oppure il consiglio poteva essere convocato in altra data.
A questo si aggiunge il fatto che neppure le commissioni hanno iniziato a lavorare.
Nei corridoi si dice che il Pdl non abbia ancora consegnato l’elenco dei consiglieri per le varie commissioni. Che sia forse perché non riesce a trovare un accordo? Non sarebbe un bel segnale per gli elettori lombardi che hanno votato a fine marzo e si attendevano probabilmente che dopo più di un mese la macchina regionale fosse già bell’e che partita.
Nel frattempo, segnalo che presso l’ufficio di presidenza del Consiglio giacciono già alcune interrogazioni e alcune mozioni urgenti che meriterebbero di essere discusse quanto prima.
Sarà che sono un novellino della politica, sarà che il lavoro del consigliere non è solo quello dei consigli e delle commissioni, ma lasciatemi lo stesso urlare: “Fateci lavorare!”.

4 commenti su “FATECI LAVORARE!

  1. Paolo

    Che dire… speriamo solo non crei disagio ai passeggeri questo ipotetico Consiglio Regionale a Malpensa già è bastato un vulcano quest’anno… 🙂 buon lavoro Consigliere

    Replica
  2. carola

    Tu, molto onestamente ci hai fatto sapere quanto percepisce un Consigliere Regionale…e, soprattutto ci hai fatto sapere che il primo “stipendio” è già stato accreditato… Ma se non avete fatto ancora nulla…A fronte di cosa siete stati pagati???!!!
    E proprio un po’ “immorale” soprattutto nei confronti di cittadini (mi riferisco soprattutto ai miei concittadini di Paderno Dugnano di lares e metalli preziosi) che da più di un anno sono seduti fuori delle loro fabbriche a presidiarle nella speranza che non chiudano e chiedendo a gran voce di poter lavorare!
    Naturalmente capirai che la critica non è rivolta a te che, anzi, sei l’unico ad “autodenuciare” il fatto che non vi convocano e, quindi, che non vi fanno lavorare.

    E la critica non è nemmeno alla politica, cosa che molti giudicano sempre ed a prescindere come una cosa sporca…invece io ritengo che bisogna rispettarla e rispettare chi la fa onestamente.

    La mia critica è al sistema con cui la politica viene “organizzata” . Sia a livello locale che nazionale.
    E poi, ciliegina sulla torta, fanno una finanziaria dove chiedono sacrifici…sempre ai soliti noti.

    Buon lavoro…per quando ti consentiranno di iniziare a farlo davvero!!
    Con simpatia
    Carola

    Replica
  3. fabio pizzul Autore articolo

    Cara Carola,
    non è che non stiamo facendo nulla. Manca l’esplicitazione più concreta del lavoro, ovvero le commissioni e il consiglio, il resto dell’attività politica e organizzativa del gruppo va avanti.
    Sarebbe però giusto procedere a tappe forzate anche sul resto.
    A mezzo stampa proprio oggi abbiamo saputo che il 15 giugno ci sarà un Consiglio Regionale completamente dedicato al federalismo demaniale.
    Qualcosa si muove.

    Replica
  4. Pingback: Regione Lombardia, ma quando si comincia? « ZONA 2, MILANO, ITALIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *