PIU’ CONCRETEZZA PER SALVARE IL LAVORO

4 maggio 2010 di fabio pizzul

I temi della crisi e del lavoro saranno le priorità per l’esordio del nuovo gruppo consiliare del PD in regione.
Lo ha affermato quest’oggi in una conferenza stampa il neo capo gruppo Luca Gaffuri.
Regione Lombardia non ha saputo rispondere con tempestività alla crisi; ha messo in campo numerosi provvedimenti all’insegna della propaganda, ma non è andata molto al di là dei dovuti ammortizzatori sociali.
Serve urgentemente una verifica dei provvedimenti annunciati dalla Giunta negli scorsi mesi per comprendere quale sia stato il loro reale impatto su una situazione che si configura come molto grave e pesante, soprattutto per quanto riguarda i posti di lavoro già persi e a rischio.
Varrebbe la pena di concentrarsi su provvedimenti davvero efficaci a sostegno delle imprese, senza moltiplicare iniziative che non danno i frutti sperati.
Una strada di sicuro effetto è il rifinanziamento dei Confidi, i consorzi che offrono garanzie alle banche perché possano concedere finanziamenti alle piccole e medie imprese. Regione Lombardia dovrebbe mettere in campo un programma non episodico, ma strutturale di rifinanziamento dei Confidi paer far sì che si riaprano in modo deciso i rubinetti del credito bancario per le imprese lombarde.
Altro segnale della scarsa efficacia delle politiche anti crisi della giunta Formigoni è il tanto strombazzato Piano Casa. Alla fine di marzo in tutta la regione non si contavano se non poche decine di richieste per poter accedere alle agevolazioni previste dal piano casa. Un chiaro indice di quanto il provvedimento non abbia avuto efficacia.
Occorre dunque maggiore concretezza da parte della Giunta e il coraggio di verificare con puntualità quanto fatto per evitare che le risorse vengano disperse in canali di sostegno che non si dimostrano utili ed efficaci.
Insomma, dal PD arriva un forte invito a Formigoni a rimboccarsi le maniche per dare risposte vere alla crisi e a fare un bagno di umiltà e realismo per verificare il lavoro e gli annunci fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *