CONTRO OGNI TERRORISMO

23 febbraio 2010 di admin

Il Siulp (sindacato di polizia promosso dalla CISL)di Milano ha organizzato in questi giorni un prezioso convegno dedicato alla memoria delle vittime del terrorismo. Un’occasione per riflettere su quanto è accaduto e per interrogarsi su come impedire che possa ripetersi.
La comunità italiana ha il diritto, è stato detto, di essere risarcita per quanto le è stato sottratto dal terrorismo e dallo stragismo, ovvero alcune tra le migliori intelligenze che lavoravano sul fronte del rinnovamento politico, sociale ed economico del nostro Paese.
Non si può abbassare la guardia e per questo è importante condannare senza appello ogni tipo di violanza, negando (ha detto in particolare l’on. Rosy Bindi) ogni complicità e vigilando contro l’assuefazione a un uso quotidiano e improprio di espressioni e parole all’insegna della violenza da cui ormai rischiamo di non saperci difendere.
Ma è anche necessario agire sulle cause della violenza.
Non c’è un rapporto diretto tra emarginazione sociale e violenza, ma quando non si è in grado di interpretare il disagio, oggi sempre più evidente, il rischio che esplodano forme di protesta incontrollate e violente non è remoto. L’esercizio arrogante e sregolato del potere nello spregio delle regole e unicamente a servizio di interessi privati rischia di far da catalizzatore a una tensione che purtroppo è ben presente nel nostro Paese.
Bisogna dunque giocare fino in fondo la responsabilità della politica e soprattutto di chi è chiamato a servire la collettività nelle istituzioni.
La sfida è quella di creare le condizioni perché ci sia una convivenza di tutti con tutti. Solo così la violenza potra essere sempre e comunque perdente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *