100 milioni per l’edilizia scolastica. Sì, ma da dove arrivano?

24 aprile 2018 di fabio pizzul

Sul Corriere della Sera di oggi, pagina 24 della cronaca nazionale, è comparsa una lettera di Melania Rizzoli, assessore alla formazione e al lavoro di Regione Lombardia, che annunciava trionfante uno stanziamento di 100 milioni di euro per l’edilizia scolastica in regione. Al di là dell’importanza di chiamarsi Rizzoli per finire in pagina nazionale, viene da chiedersi se qualcuno in via Solferino si sia preoccupato di verificare se quanto scritto corrispondesse alla realtà. I 100 milioni saranno, è vero, messi a disposizione delle scuole lombarde, ma Regione Lombardia ha avuto l’unico merito di stilare una graduatoria degli aventi diritto, i fondi arrivano dall’Europa, attraverso un mutuo della Banca Europea degli Investimenti (BEI) interamente garantito e ottenuto dallo Stato italiano. Come se non bastasse, dei 342 milioni citati dall’assessore come stanziamento lombardo degli ultimi tre anni, solo una ventina (o poco più) provengono da risorse proprie di Regione Lombardia, il resto è arrivato da Roma. continua a leggere »

Il 25 aprile de “Il Sicomoro”

24 aprile 2018 di fabio pizzul

Alla vigilia del 25 aprile, ecco il nuovo numero de “Il Sicomoro”:
– il dovere della memoria
– responsabilità oltre l’incertezza, Paolo Danuvola
– cattolici insignificanti e orfani? Alfredo Canavero
– Siria, chi lavora per la pace?, Annalisa Perteghella
– che cosa ci han detto le elezioni? Lorenzo Radice e Alberto Ratti
– aiutiamoli a casa nostra, Stefano Padoan
– lettere un redazione, Nadir Tedeschi

Sicomoro n.5 del 25 aprile 2018

Carcere e lavoro: l’eredità del maresciallo Di Cataldo

23 aprile 2018 di fabio pizzul

Nel carcere milanese di San Vittore si è ricordato nei giorni scorsi Francesco Di Cataldo, vicecomandante della polizia penitenziaria della casa circondariale ucciso dalle BR il 20 aprile 1978.
A lui è stata intitolato il carcere milanese e a lui è andato il commosso ricordo di coloro che lo hanno conosciuto come pioniere del lavoro in carcere e della possibilità di una reclusione che portasse al recupero e non solo alla punizione dei detenuti.  continua a leggere »

  • Ivana: Ho fatto domanda x reddito di inclusione ma fino ad oggi non...
  • Gian Paolo Bergamaschi Fombio: Grazie c'è l'abbiamo messa tutta ma non è stato sufficiente....
  • Fiorenza: 2 sole donne su 17? il nuovo assessorato famiglia quali com...
  • rota angelo: penso lei abbia ragione. Nonostante il trombone della diminu...
  • Fabio Mastellone: Anche se la M5 vedrà tempi più lunghi per la sua costruzione...
  • Alessandro Radaelli: Innanzitutto mi pare occorre intendersi sulla terminologia m...
  • Elio Savi: Sostanzialmente d'accordo con l'articolo di Cancellato. Mila...